Monumenti Dubai

Parlare di monumenti a Dubai significa dare a questa parola un sgnificato molto diverso a quello a cui siamo abituati. Ma non mancano di certo luoghi di notevolissimo interesse, veri monumenti alla cultura di questo Emirato.

Diciamo subito che per parlare di monumenti a Dubai bisogna abbandonare per un attimo il concetto che noi leghiamo a questa parola e considerare edifici o istituzioni che diventano monumenti alla creatività e alla cultura. Niente edifici di enorme importanza storica dunque ma luoghi di notevole interesse che, in qualche modo, vogliamo considerare monumenti in senso lato. Possiamo cominciare con il Dubai Museum, da vedere assolutamente se si va a Dubai perché è una interessantissima testimonianza della storia e della incredibile trasformazione dell'emirato: ricostruzioni della vita prima dell'arrivo del petrolio oltre a un discreto numero di antichi reperti fanno di questo museo una fonte importante per la storia di Dubai.

Tra i monumenti, a tutti gli effetti, possiamo mettere la Sheikh Saeed Al Maktoum House, vero e proprio monumento nazionale, vicino al lungomare di Shindagha. Realizzata nel 1896 è ora sede di una ricca collezione di fotografie e francobolli ma soprattutto magnificente esempio di architettura islamica. In passato fu anche sede del governo.
Tra i monumenti non si può non citare la Moschea Jumeriah enorme luogo di culto che, in due giorni la settimana, viene aperta anche ai visitatori che possono fare delle visite guidate. Anche questa grande moschea è un esempio di architettura islamica. Quando dicevamo che per parlare di monumenti a Dubai bisogna sovvertire il concetto che noi leghiamo a questa parola lo facevamo per spiegare come anche il Burj Al Arab sia diventato un monumento: eppure non si può definire diversamente un edificio come questo, il celeberrimo hotel a forma di vela, fino a pochissimo tempo fa l'edificio più fotografato al mondo. I suoi oltre 300 metri di altezza si ergono su un'isola artificiale e a pochissimi metri dal mare.

Sheikh Saeed Al Maktoum House

E per importanza culturale non si può non inserire tra i monumenti anche la suggestiva Bastakiya, antica area di Dubai, con i suoi vicoli stretti e tortuosi e le sue case in calcare e gesso. Qui, soprattutto in alcune ore del giorno si respira ancora un'atmosfera particolare che da l'impressione di essere in un altro tempo. In questo quartiere si trovano deliziosi caffè, negozietti e gallerie d'arte.

E che dire della Dubai Fountain? Non si deve forse considerare tra i monumenti questa enorme fontana? Con il suo getto di 83000 litri d'acqua è la fontana più imponente al mondo e suggestiva con le sue quasi 6000 luci e le decine di proiettori che la avvolgono di giochi cromatici tutte le sere.
E se tra i monumenti possiamo mettere anche una delle più radicate tradizioni arabe allora non perdete il Sheesa Courtyard un mito per chi coltiva il culto del narghilè: questo è forse il migliore locale a cui abbandonarsi a questo rito, sommersi da cuscini e relax.


Scrivici se hai domande o commenti su questa pagina

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome * Email * Commento